A Casalbordino la fattoria ’Vitafelice’, un luogo per accogliere e aiutare a ricominciare

tratto da: http://www.zonalocale.it

Si concretizza un’idea di Don Silvio Santovito

Questa mattina in via Tavoleto, a Casalbordino alla presenza di Padre Bruno Forte arcivescovo di Chieti Vasto e del sindaco di Casalbordino Filippo Marinucci, si è inaugurata la Fattoria “Vitafelice”. La Onlus è nata dall’idea di Don Silvio Santovito parroco di Casalbordino che racconta: “Con questa iniziativa e con l’aiuto di tantissima gente, siamo riusciti a costruire su questi 2 ettari di terreno che ci sono stati donati, alcune strutture che serviranno principalmente per l’accoglienza e il ricovero di molti animali tra cavalli, capre, pecore, pony, asini  e mucche. La struttura  è attrezzata per fare attività con ragazzi disabili. Abbiamo inoltre ospitati alcuni detenuti e internati della casa lavoro di Vasto, con questa missione vogliamo dare un piccolo contributo a chi è in difficoltà a ricominciare“.

Padre Bruno ricorda il Vangelo, “Dio del resto accoglie sempre tutti. Tanto è vero che quando ci rivolgiamo a Lui Lo preghiamo chiamandolo Padre nostro. E Lui, come papà, non solo ama ciascuno di noi individualmente, come sanno fare le nostre mamme e i nostri papà, ma vuole, che così facciamo noi gli uni gli altri”. Moltissima gente ha voluto partecipare a questa importante iniziativa di donazione  e partecipazione cristiana. Presenti il vescovo emerito di Trivento Padre Domenico Scotti, Don Paolo Lemme, Priore della Basilica di Madonna dei Miracoli, Don Nicola Del Bianco, parroco di Guardiagrele , Don Michele Carlucci, parroco di Pollutri e Don Arull viceparroco di Casalbordino.

A conclusione  tutti commossi, con il gesto di Nicoletta, sorella di Don Silvio, con le lacrime agli occhi ha voluto ricordare quanto glimanca il fratello in casa, ma allo stesso tempo è contenta per le cose che riesce a fare per aiutare la gente. Anche l’Associazione locale dei carabinieri in pensione, hanno donato una pergamena confermando la sua  disponibilità all’iniziativa, sempre presente la Protezione civile locale.

Enzo Dossi